L’Auxilium Torino si salva: immensa gioia dopo una lunga sofferenza

05/05/2016

“Tutto ciò che vale merita di essere atteso – Grazie a tutti”.

L’Auxilium Torino ha voluto ringraziare i propri sostenitori con questo slogan, apparso sui canali social ufficiali della squadra pochi minuti dopo la vittoria conseguita ai danni di Pesaro nell’ultima giornata di campionato, coincisa con il raggiungimento della salvezza nel massimo campionato di pallacanestro.

slogan aux

Una salvezza che definire sofferta è poco, giunta proprio sul fil di lana, al termine di una lunga rincorsa, iniziata dopo la sconfitta di Capo D’Orlando, dopo la quale tutti davano l’Auxilium per spacciata.

Ma accanto all’aggettivo sofferta è d’obbligo inserire anche meritata: la squadra di coach Vitucci, nonostante le mille peripezie attraverso le quali è passata, è riuscita a fare gruppo, ripartire da zero e contare sulle indiscusse qualità tecniche dei propri giocatori, capaci di crederci sempre: così il miracolo è stato possibile.

Si era partiti con l’hastag #ottofinali, quando la scalata era iniziata e la convinzione di farcela era presente, nonostante la classifica ancora deficitaria.

L’Auxilium ha trovato la forza di rientrare, partita dopo partita, e dopo la vittoria interna contro Brindisi alla terzultima giornata sembrava quasi fatta: la settimana successiva a Bologna contro la Virtus sul piatto c’era il match point; con una vittoria sarebbe stata salvezza.

Ma di semplice in questo 2016 non c’è stato nulla per l’Auxilium e così, dopo una partita giocata su un livello che ha ricordato più le prime uscite stagionali che non quelle del girone di ritorno, era tutto da rifare: la sconfitta condannava i torinesi a dover non solo vincere l’ultima partita contro Pesaro ma anche ad affidarsi agli altri: era necessaria infatti anche una scofitta o di Bologna o di Caserta.

Così ieri sera al Ruffini, quando nel secondo tempo era chiaro che l’Auxilium il suo lo aveva fatto, e la partita contro Pesaro era vinta, tutti erano concentrati su ciò che capitava a Reggio Emilia e Caserta.

Dopo la sirena e la vittoria per 83-66 non c’era tempo per festeggiare, perchè sugli altri campi si giocava ancora.

attesa

E mentre Caserta sembrava aver in pugno il proprio match, a Reggio Emilia succedeva di tutto: la partita è stata punto a punto sino alla fine, ma i padroni di casa riuscivano a trovare l’allungo decisivo: così, un attimo dopo il suono della sirena del PalaBigi, che sanciva la vittoria della GrissinBon per 82-78, al Ruffini scoppiava il pandemonio.

gioia

Una liberazione, una grande gioia, e la convinzione che quello che è stato ottenuto ieri sera è solo il punto di partenza sul quale fondare la preparazione al prossimo campionato, in cui l’Auxilium vorrà essere protagonista.

I Giaguari Torino vogliono fare i migliori complimenti alla società Auxilium Cus Torino per il risultato ottenuto, facendo un plauso per lo sforzo attuato nell’ottica di mantenere le realtà sportive più importanti di Torino nell’elìte, dove è gusto che siano.

I Giaguari, dal canto loro, proveranno a continuare l’opera stagionale che li vede protagonisti nel Campionato di Prima Divisione di Football Americano, cercando di centrare quei playoffs che sarebbero il giusto premio al lavoro fatto negli ultimi anni.

Il gemellaggio tra Giaguari Torino e Auxilium Cus Torino prosegue, con l’augurio che le due società possano non solo continuare la loro collaborazione, ma anche che ci si possa spingere insieme verso le vette dei rispettivi campionati.

Forza Giaguari, forza Auxilium!

 

– Fotografie by Auxilium Cus Torino