Sabato 4 giugno al Primo Nebiolo si concluderà la stagione 2016 dei Giaguari Torino, che affronteranno i Panthers Parma in un match che avrà significato solo per gli ospiti.

I ragazzi di Coach Merola infatti non hanno più nulla da chiedere al proprio campionato, se non la volontà di chiudere la stagione nel migliore dei modi: un’eventuale vittoria contro i ducali sarebbe infatti una nota positiva, dato il valore dell’avversario.

I torinesi sono destinati a finire al quinto posto nel Girone Nord della Prima Divisione, posizione che non permette l’accesso ai playoffs ma che mette altresì al riparo dal rischio retrocessione, che passa attraverso i playout.

La stagione è stata sicuramente positiva, i risultati ma soprattutto il gioco sono migliorati rispetto all’anno scorso, e tranne che in un paio di rare eccezioni, la squadra è stata in grado di reggere il campo contro chiunque.

E’ mancato davvero poco per centrare i playoffs: sarebbe bastata un po’ più di fortuna, in particolare nella trasferta di Bresso contro i Seamen Milano. In ogni caso la consapevolezza è quella che, sebbene la squadra abbia fatto dei passi in avanti, ci sia ancora da lavorare molto per poter rinverdire i fasti del passato.

E parlando di fasti, proprio sabato sera i Giaguari di oggi avranno la possibilità di entrare in contatto con la squadra più vincente di sempre nella storia della franchigia giallo nera: la partita contro i Panthers sarà infatti l’occasione per celebrare i 25 anni dallo storico scudetto dei Giaguari, conquistato a Monza nel 1991 conto i Phoenix San Lazzaro. La passerella di molti ex giocatori di quella squadra, tra cui l’attuale presidente Cecchi, ci riporterà indietro nel tempo, all’impresa centrata al Brianteo dagli uomini di coach Pietro Zoncati, del quarterback David Riley e del compianto ricevitore Sean Jones tra gli altri. Sarà un evento nell’evento.

I Panthers però non vorranno affatto essere una comparsa alla festa dei Giaguari: i ducali hanno infatti bisogno di vincere per centrare il secondo posto nel Girone, importante per poter disputare in casa il primo turno dei playoffs. Nonostante le diverse assenze la squadra di coach Papoccia ha tutti i numeri per mettere in difficoltà i Giaguari, che ancora una volta si affideranno a Kevin Arduino per scardinare la difesa avversaria.

Anche i padroni di casa devono fare fronte a diverse assenze, ma siamo certi che ne uscirà una partita molto tirata e spettacolare.

Il weekend di football molto intenso per i Giaguari non si ferma però alla partita di Torino di sabato sera: a Grosseto infatti, dal 2 al 4 Giugno, andranno in scena le finali nazionali dei campionati giovanili di flag football, in cui i Giaguari sono riusciti a qualificare la propria squadra in tutte e tre le categorie: under 13, 15 e 17. Un altro enorme traguardo è stato raggiunto dalle squadre del settore giovanile torinese, che negli ultimi anni sta vivendo una crescita a livello esponenziale, ripagando gli investimenti fatti dalla dirigenza: più volte il Presidente Cecchi ha sottolineato l’importanza di avere un vivaio di qualità, ed in questo senso il futuro dei Giaguari è ancora più roseo.

Un branco di giovani felini, guidati dai coach Davide Peiroleri (under 15 e 17) e Alessandro Zarbo (under 13), cercheranno dunque l’ultimo ruggito per portare a Torino un titolo nazionale.

Per la squadra senior, invece, l’appuntamento è fissato per sabato 4 Giugno allo Stadio Primo Nebiolo interno Parco Ruffini: kick off alle ore 21.00, cancelli aperti dalle 20.00.

Biglietti € 10,00 – ridotto under 16 e over 65 € 5,00, gratis under 13.